Come annullare un F24 (o altri tipi di documenti) sul sito dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline/Entratel)

Alcuni anni fa, la prima volta che abbiamo avuto la necessità di annullare un F24 caricato su Fisconline ci è stato detto che non era possibile (per la precisione, da due diversi studi che si occupavano di elaborazione dati e contabilità), ma la testardaggine e la conoscenza dei computer hanno prevalso e ci hanno reso vittoriosi! Sebbene, per sicurezza, avessimo anche avvisato la banca di bloccare l’eventuale pagamento (sempre avere un piano d’emergenza pronto all’uso).

Abbiamo così navigato in giro, sul portale dell’Agenzia delle Entrate, cercato, spulciato, visionato vari documenti; abbiamo perso un po’ di tempo, ma ne è valsa la pena poiché questo metodo è stato riutilizzato ultimamente funzionando ancora. Nel frattempo il sito dell’Agenzia è stato aggiornato, ma può risultare ancora difficoltoso risalire alle modalità per la cancellazione dei documenti.

Premettiamo solo tre cose prima di iniziare:

  1. servono 24 ore perché l’annullamento venga portato a termine per cui, se abbiamo urgenza di cancellare il documento a causa di una scadenza in giornata meglio fare una telefonata in banca e bloccare il pagamento; sull’Agenzia delle Entrate è possibile infatti leggere quanto segue: “In caso di errore, l’intermediario può chiedere l’annullamento degli F24 telematici trasmessi entro e non oltre il penultimo giorno lavorativo precedente la data di addebito (cioè prima che il pagamento sia definitivamente inoltrato alla banca da parte dell’Agenzia delle Entrate”.
  2. ricordiamoci, sempre, dopo aver pagato un F24 di farvi la copia della conferma di avvenuto invio perché ci servirà il numero di protocollo oppure segnateci il numero direttamente sul vostro documento (si può recuperare anche in altro modo, ma è meglio non diventare matti);
  3. la procedura non è difficile da mettere in pratica ma risulta un tantino macchinosa.

In questo modo possiamo annullare i seguenti documenti:

  • F24 (Versamento unificato base, accise, versamento con elementi identificativi)
  • F24 Enti pubblici
  • UNICO/Redditi Persone fisiche
  • 730
  • 770 ordinario
  • 770 semplificato
  • UNICO/Redditi società di persone
  • UNICO/Redditi società di capitali
  • UNICO/Redditi Enti non commerciali
  • IVA annuale
  • Consolidato nazionale e mondiale
  • 5 per mille 2018 – Richiesta di iscrizione
  • Comunicazioni all’anagrafe tributaria
  • Contribuenti minimi in franchigia
  • Dichiarazioni IRAP
  • Comunicazione Misuratori Fiscali
  • Direttiva 48/2003/CE

Prima di tutto dobbiamo entrare nel portale di Fisconline (o Entratel) inserendo i nostri dati come facciamo normalmente per inserire gli F24 (da gennaio 2020, l’uso di questo portale è obbligatorio anche per i cittadini senza partita IVA nel caso si ritrovassero F24 a credito; si può accedere al portale solo tramite CIE 3.0 (ovvero la nuova carta d’identità digitale di cui abbiamo già parlato qui) oppure con lo SPID (solamente le aziende possono ancora utilizzare le credenziali “vecchio stile” con codice fiscale e password).

Una volta avuto accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate passiamo dalla “Home” alla sessione “Servizi” dalla barra delle applicazioni in alto. Da qui troveremo un menu su cui dovremo selezionare “Servizi di utility e verifica“, appariranno varie opzioni ed in specifico quella che attualmente ci interessa e che andremo a cliccare, ovvero “Richiesta annullamento documenti“.

A questo punto si aprirà una nuova finestra dove dovremo inserire i dati dell’F24, o del documento, che intendiamo annullare e capiremo anche la motivazione per cui, inizialmente, è stata sottolineata la necessità di salvare il numero di protocollo dello stesso.

Nella mascherina dedicata all’inserimento dati dovremo aggiungere il nostro codice fiscale (o quello della nostra ditta se ci stiamo occupando di un F24 aziendale), il famoso numero di protocollo che generalmente, come suggerito anche nell’immagine sottostante, presenta 17 caratteri, il numero progressivo che dipenderà da quanti F24 ed in quale ordine li abbiamo inseriti in quel giorno; per esempio, se ho caricato due diversi F24, mettiamo per esempio il primo dedicato ad un pagamento INPS ed il secondo ad un pagamento TARI, ma ho sbagliato solamente uno dei due andrò a cancellare l’F24 mettendo il progressivo 1 per eliminare il pagamento INPS, oppure il progressivo 2 per quello della TARI, e via dicendo (in altre parole, dovrò ricordarmi quale F24 ho inserito prima ed aggiungere il numero progressivo di conseguenza). Più sotto selezioneremo il tipo di documento, nel caso in analisi, un F24 base ed, ovviamente, l’anno del modello (corre l’anno 2022).

Cliccando, infine, su Invia ci verrà richiesta una conferma così da raggiungere il nostro scopo di eliminazione del pagamento F24 che avevamo caricato erroneamente.

Share the love

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.