Come scegliere il processore o CPU (dati aggiornati a giugno 2016)

Intel-AMD363Come avevamo già accennato qui il processore, anche chiamato generalmente CPU (Central Processing Unit), è quello strumento che permette al computer di operare.

Al suo interno vi è il microprocessore su cui si basano le prestazioni sia dell’hardware che del software, ovvero del “corpo” e della “mente” del pc.

Una CPU si sfrutta fino in fondo e si cambia in media ogni 10 anni circa mentre una GPU, altro importante elemento di cui parleremo in un futuro articolo, si tende a sostituire ogni 5 anni: spesso, infatti, molte persone credono di dover cambiare il proprio processore perché, magari, i videogiochi “saltano” mentre, invece, è tempo di sostituire la scheda video.

Le CPU più conosciute sono l’AMD e la Intel (spesso trovate delle etichette sulla scatola del vostro computer che riportano quale delle due avete).

Come vedremo, non solamente dovremo scegliere il processore in base al suo costo e del tipo di socket che ha ma all’uso che facciamo del nostro computer: logicamente un videogiocatore incallito punterà su una CPU diversa e tendenzialmente più costosa di chi invece utilizza il pc per leggere l’e-mail, guardare qualche film e navigare su internet.

  1. Quindi, la prima domanda che dobbiamo farci quando decidiamo di comprare una nuova CPU è: come ho intenzione di utilizzare il mio computer? Una volta fatto questo possiamo iniziare a scartare i processori che non rispettano le nostre esigenze: personalmente, non consiglierei mai ad una persona media di comprarsi la stessa CPU di un grafico 3D professionista perché non la sfrutterebbe fino in fondo e quindi, in altre parole, avrebbe potuto risparmiare.
  2. Dobbiamo tener conto anche della quantità, come vedremo, di core ovvero quell’unità interna alla CPU che serve per processare i dati e performare i calcoli: più core abbiamo più operazioni (o task) teoricamente possiamo compiere allo stesso tempo. Quando, per esempio, stiamo giocando ad un videogioco, che già porta a termine vari tipi di operazioni da sé, possiamo voler avere anche internet accessibile per controllarci qualcosa, Steam aperto per chattare o altro, una chiamata Skype oppure una conversazione con più persone su Team Speak, oppure degli addon che abbiamo aggiunto al videogioco per migliorargli la grafica e così via… A questo punto un dual core (ovvero da 2 core) sarebbe in crisi nera.
  3. Un altro fattore importante è il numero di clock speed (o clock rate) che troviamo espresso in GHz, che è quello che si occupa della velocità con cui il microprocessore esegue le operazioni. Più alto risulterà essere il numero di clock più istruzioni per secondo potranno essere eseguite dalla nostra CPU ma non sempre questa equazione, come vedremo, risulta vera il momento in cui andremo a testare le singole CPU; questo a causa di vari fattori tra i quali il loro tipo di architettura.
  4. Ed, infine, non dimentichiamoci di controllare il socket (cioè, la presa elettrica) della nostra scheda madre o della vecchia CPU che è anche il motivo fondamentale per cui le Intel sono rinomate per essere definitivamente le più costose. In realtà i processori della Intel hanno un costo base simile a quello delle AMD ma, a causa del cambiamento continuo dei loro socket, obbligano gli utenti a comprare, assieme alla CPU, anche una scheda madre che risponda alle nuove esigenze delle nuove generazioni così il costo si alza sensibilmente rispetto alla concorrente AMD che, dal canto suo, cambia meno spesso il socket. Le Intel di sesta generazione hanno tutte il socket FCLGA1151 risalente al 2015 (anche comunemente chiamato LGA1151) il che significa che se abbiamo una scheda madre più vecchia (ed è altamente probabile che lo sia dato che la CPU si cambia dopo molti anni) dovremo comprarne una nuova per il nuovo processore; mentre le AMD di nuova generazione utilizzano ancora il socket AM3+ compatibile con la precedente AM3 del 2009. Per controllare che socket abbiamo basta andare sul Pannello di Controllo (cliccando col tasto destro del mouse sullo Start in basso a destra), poi su Sistema e Sicurezza ed infine su Sistema: guardiamo qual è il nostro processore e cerchiamo su internet quale tipo di socket ha

Ho suddiviso questo articolo in tre parti a seconda di cosa potremmo volere: risparmiare e basta, avere una cpu decente anche per i videogiocatori oppure se siamo dei “pazzi furiosi” o dei seri professionisti di grafica e vogliamo la migliore CPU sul mercato con un buon rapporto qualità/prezzo.

Ma, prima di tutto, sicuramente ci staremo chiedendo Intel o AMD? Bella domanda! Devo proprio dire la mia? Al momento, lo ammetto, preferisco la Intel! Ma questo non significa che l’AMD faccia schifo, tutt’altro come abbiamo già accennato è più economica non trovandoci obbligati a cambiare scheda madre ma, semplicemente, oggi come oggi, la Intel risulta avere ancora una marcia in più rispetto alla concorrente a livello di prestazioni come vedremo tra poco.

Sia chiaro che quello che segue non vuole essere un confronto tra Intel ed AMD ma solamente darvi delle informazioni fondamentali per farvi una vostra idea personale!

Le CPU che ho selezionato sono tutte di ultima generazione e le ho scelte in base a cinque diversi fattori di calcolo:

  1. Single Thread Performance, che sarebbe la quantità di lavoro portata a termine da un software eseguito come se fosse un unico blocco di istruzioni in un dato periodo di tempo. In questo modo si è in grado di stimare più o meno quanto un processore sia veloce nel performare una larga varietà di calcoli. Più la CPU è alta in classifica meno tempo, quindi, impiegherà nel portare a termine i propri compiti.
  2. High End Performance, riguarda il modo in cui la CPU si comporta alle sue massime prestazioni per risolvere grossi calcoli matematici.
  3. Power Performance, riguarda il rapporto tra utilizzo della batteria e la prestazione della CPU. Questo fattore, in specifico, è importante per i Data Center ed i computer portatili.
  4. 3D Mark Physics score, 3D Mark è un software studiato per testare la capacità della CPU nell’esecuzione di calcoli grafici e matematici.
  5. Rapporto qualità/prezzo

Posso anticipare da subito che, al momento, nella Single Thread Performance e nell’High End le migliori risultano essere in assoluto le Intel mentre nella Power Performance le AMD si piazzano abbastanza bene. Anche nel 3D Mark Physics score l’AMD si piazza abbastanza bene sebbene non ai primi posti. Questo significa che, al contrario di quello che molti pensano, gli otto core della AMD non sono ancora in grado di concorrere con i quattro core della Intel che risultano comunque più potenti grazie alla loro diversa architettura.

VOGLIO RISPARMIARE

risparmiare_soldi_salvadanaioMi limito solo a citare i più economici di questa fascia per il semplice fatto che, personalmente, penso valga la pena pagare un po’ di più per una CPU anche perché, magari, abbiamo una scheda grafica da urlo (molti credono basti solo quella per godersi i videogiochi) e non possiamo sfruttarla a fondo a causa del processore che abbiamo scelto. I due processori di cui parlo sono l’Intel Pentium G3258 (socket LGA1150) e l’Athlon X4 860K Black Edition (socket FM2+) entrambi sono dual core e si aggirano tra i 65 e gli 80 euro.

In questa fascia di processori, escludendo le due CPU appena citate, ci aggiriamo tra i 140 ed i 190 euro: nel caso della Intel troviamo dei dual core con socket FCLGA1151 mentre per la AMD quad core con socket AM3+. Quindi, già di base sconsigliato per i gamer più esigenti e per chi utilizza più programmi contemporaneamente ma dobbiamo ammettere che le ultime generazioni di i3 sono migliorate sensibilmente rispetto alle precedenti e si adattano abbastanza bene anche al gaming.

Non ha il Turbo Boost che permette al processore di aumentare la propria velocità dinamicamente ogni qualvolta ce ne sia il bisogno (ovviamente nei limiti consentiti dalla nostra CPU e dal nostro pc); e per questo è il più lento tra gli Intel citati ma anche il più economico.

In specifico, l’ultima versione, di sesta generazione dual core, è l’Intel® Core™ i3-6320 di 3.9 GHz (la velocità di clock di cui abbiamo parlato sopra, il prezzo si aggira tra i 150 ed i 180 euro on-line), che ha comunque delle buone prestazioni sebbene sia un dual core; come tutte le CPU della Intel offre la tecnologia grafica Intel® Iris™ per una maggiore nitidezza nella resa video ma poco importa se non abbiamo uno schermo full HD o ci ritroviamo una scheda grafica vecchia. Per informazioni tecniche specifiche su questo processore potete dare un’occhiata qui sulla pagina ufficiale della Intel. Si è rivelato essere il migliore della sua generazione sia nella classifica per il single thread performance che nell’high end. Nel 3D Mark Physics score è stata però superata dalla quarta generazione i3-4170.

Intel® Core™ i3-6100U è la versione dual core specifica per i laptop e richiede un minore dispendio di energia pesando, quindi, di meno sulla batteria del nostro notebook e la sua velocità di clock, ovviamente è più bassa, ovvero 2.30 GHz (prezzi non disponibili on-line).

AMD APU A10-7890K (tra i 160 ed i 190 euro on-line) è un quad core con moltiplicatore sbloccato per l’overclocking ed un discreto chip grafico che, però, va bene solo per vecchi videogiochi o, per intenderci, quelli di Facebook e per piccole operazioni quotidiane. La velocità di clock va dai 4.1 ai 4.3 GHz. Osservando la single thread performance e l’high end questa CPU risulta essere la migliore della AMD per questa fascia di prezzo ma, ancora, non all’altezza dei dual core della Intel.

AMD A10 micro-6700T APU (prezzo non disponibile on-line), comparata alla i3-6100U della Intel questa CPU a livello di uso della batteria nel nostro notebook è migliore. La sua velocità di clock è tra gli 1.2 ed i 2.2 GHz ed è un quad core.

NON SFRUTTO FINO IN FONDO IL PC MA VOGLIO UNA CPU CON BUONE PRESTAZIONI 

amd_vs_intel-cpu1Qui, il problema, e da gamer me ne rendo conto, è capire se vogliamo spendere un po’ di più. Dobbiamo, quindi, calcolare quanto andremo a sfruttare questa CPU. Qui, mi permetto di citare The Witcher 3 e chi lo conosce ha sicuramente già compreso il motivo: i processori minimi richiesti per far girare questo videogioco (il che significa che, sì, ci possiamo giocare ma l’esperienza di gioco non sarà granché) sono Intel CPU Core i5-2500K 3.3GHz e AMD CPU Phenom II X4 940 ma quelli consigliati per una buona prestazione sembrano essere, appunto, di fascia più alta ovvero l’Intel CPU Core i7 3770 3.4 GHz e l’AMD CPU AMD FX-8350 4 GHz.

Ma, guardando con più attenzione ed osservando le richieste minime del videogioco appena citato (che è uno dei più pesanti per il pc al momento) possiamo tranquillamente scegliere un processore i5 perché, come vediamo qui sotto, si aggirano attorno ai 3.3 ed i 3.9 GHz quindi la loro prestazione sarà persino migliore dell’i7 3770 3.4 GHz.

Per questa fascia ci aggiriamo tra i 190 ed i 300 euro. Questi processori hanno un buon equilibrio tra velocità e prestazioni; sono ottimi per un pubblico medio che vuole un computer veloce sia ad aprire le applicazioni che a processare le informazioni. Questi processori sono perfetti anche per i videogiocatori, in particolare, l’i5-6600K. Anche l’AMD FX 9590 è comunque un buon processore per i videogiochi.

Nel caso della Intel troviamo dei quad core mentre per la AMD abbiamo l’octa core. Come abbiamo già accennato, però, sebbene quest’ultima abbia otto core anziché quattro non riesce ancora a raggiungere le prestazioni della Intel.

Vi sono varie versioni di sesta generazione dell’i5, come anche dell’i3, in specifico ho selezionato quelle che personalmente ritengo le migliori al momento,

L’Intel® Core™ i5-6600K (qui le specifiche tecniche, costo tra i 220 ed i 260 euro) ha una velocità di clock si aggira tra i 3.5 ed i 3.9 GHz. Ha la tecnologia Intel® Turbo Boost che aumenta in modo dinamico la frequenza del processore quando serve. Inoltre, la serie K della Intel permette l’overclocking il che significa che si può aumentare la velocità di una componente del computer migliorandone le prestazioni ma è una pratica che sconsiglio ai meno esperti. Risulta essere la migliore della sua generazione nella single thread performance e nella high end ma viene superata da alcune CPU della quarta generazione come la i5-4690K nel primo caso e nel secondo caso da una di quinta generazione, la i5-5675C.

Altrimenti, possiamo dare un’occhiata anche all’Intel® Core™ i5-6600 (qui per le specifiche, costo tra i 210 ed i 230). La sua velocità di clock è tra i 3.3 ed i 3.9 GHz. Ha la stessa tecnologia  Intel® Turbo Boost  della precedente e costa leggermente di meno e nelle classifiche segue subito dopo la i5-6600K.

Se, invece, vogliamo una CPU per un data center (infrastruttura di organizzazione dati) oppure per un laptop punteremo su un processore che richiede minore energia e quindi darà meno problemi a livelli di batteria. In questo caso allora sceglieremo la Intel® Core™ i5-6260U (qui le specifiche, i prezzi non sono disponibili on-line) la cui velocità di clock è molto più bassa delle precedenti, ovvero di 1.8-2.9 GHz. Questa CPU è stata sviluppata specificamente per dispositivi portatili. Sconsigliata per i videogiocatori “esperti”.

AMD FX™ 9590 (qui le specifiche tecniche, il prezzo on-line è tra i 220 ed i 280 euro) come abbiamo detto è un octa core. Nelle classifiche viene superato da varie cpu della Intel i5 anche di vecchia generazione ed è, al momento, la migliore in commercio della AMD. Come la versione K dell’Intel anche questo processore permette l’overclock ed ha la tecnologia Turbo Core simile al Turbo Speed della Intel. La velocità di clock va dai 4.7 ai 5.0 GHz

Per quanto riguarda la classifica relativa ad una CPU che abbia un basso consumo e, quindi, sia ideale per un computer portatile della serie FX abbiamo la AMD FX-7500 APU, quad core da 2.1 a 3.3 GHz.

SONO UN PROFESSIONISTA E VOGLIO IL MEGLIO DEL MEGLIO

Questi sono i processori per i professionisti ovvero coloro che per lavoro hanno a che fare con l’uso di grafica avanzata ed, in specifico, di simulazione fisica (corti animati, per esempio), cioè tutto ciò che richiede una grossa quantità di calcoli matematici. Purtroppo, in questa fascia, l’AMD mangia parecchia polvere e l’Intel fa da padrona. Come già notato la migliore CPU dell’AMD al momento è la FX 9590 citata nel paragrafo precedente e che si aggira tra i 220 ed i 280 euro on-line.

Most-Beautiful-Intel-Core-i7-WallpaperQui troviamo quindi solo processori INTEL i7 (tra i 300 e i 600 euro): sono quad core e come tutti gli intel al momento sono alla sesta generazione. Questi processori sono realizzati per i professionisti più esigenti e coloro che sfruttano il computer davvero fino in fondo. Inoltre, utilizzando la tecnologia Intel® Hyper-Threading i quattro core che lo compongono sono in grado di fungere da otto core: ovvero ognuno di loro può portare a termine due diverse operazioni quasi contemporaneamente. 

Intel® Core™ i7-6700K (qui le specifiche tecniche, prezzo tra i 330 ed i 390 euro on-line) la sua velocità di clock si aggira tra i 4.0 ed i 4.2 GHz e logicamente ha il Turbo Boost. Inoltre, essendo della serie K, come già accennato, ha il moltiplicatore sbloccato per l’overclock. Questa CPU si trova tra le prime dieci in quanto performance con 3DMark Physics (la prima della classifica è la i7-4960X che però rispetto alla i7-6700K non ha lo stesso buon rapporto qualità/prezzo). Si trova, inoltre, terza in classifica per la Single Thread Performance (superata sensibilmente solo dalla i7-4790K). Per quanto riguarda la classifica High End la migliore sarebbe la i7-6950X ma a livello di qualità prezzo personalmente sceglierei sempre la i7-6700K che reputo la migliore in commercio al momento dato che la prima costa almeno 300 euro in più.

Intel® Core™ i7-6650U sviluppato specificamente per computer portatili (qui le specifiche tecniche, prezzi non disponibili on-line) è uno dei migliori i7 in termini di rapporto tra potenza richiesta e performance. La sua velocità di clock si aggira tra i 2.2 ed i 3.4 GHz. 

RIFERIMENTI PER I CALCOLI DELLE CPU AGGIORNATI A GIUGNO 2016:

Single Thread Performance: https://www.cpubenchmark.net/singleThread.html
High End CPU’s: https://www.cpubenchmark.net/high_end_cpus.html
Power Performance: https://www.cpubenchmark.net/power_performance.html
3DMark Physics Score: http://www.futuremark.com/hardware/cpu

Share the love

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.