Computer desktop: build di fascia media anche per videogiocatori

Qualche tempo fa ci eravamo occupati della creazione di un computer per l’ufficio di fascia bassa (ovvero con un costo che si aggirava al di sotto dei 500 euro, qui il link), oggi abbiamo deciso di dedicarci invece ad un pc di fascia media che possa accontentare anche un videogiocatore che abbia voglia di sfruttare a pieno la propria build, senza strafare, e contenendo i costi. Qui, abbiamo intenzione di fare una build di fascia medio-alta basandoci sulla sostituzione di alcune componenti per giocare un po’ sul prezzo.

Tendenzialmente parliamo di videogiocatori non solo perché chi scrive gli articoli su questo blog ha una passione per i videogiochi per computer, ma anche perché questi richiedono dal proprio dispositivo delle performance alquanto elevate (non stiamo parlando di Candy Crash, ovviamente, ma, per esempio, di giochi come Assassin’s Creed, The Witcher, Dishonored, Deus Ex etc. che negli anni e nei loro seguiti hanno sempre tentanto di migliorare la propria grafica e le proprie prestazioni spingendo, in questo modo, ad un aggiornamento dei componenti dei pc stessi per poterne permettere la fruizione). Vogliamo quindi creare un pc di fascia media in grado di girare bene con i videogiochi di ultima generazione.

Personalmente siamo dei fan delle build di fascia media poiché non solo si riescono a sfuttare per molti anni rispetto a quelle di fascia bassa (vedremo il perché qui di seguito) ma anche perché le loro prestazioni sono comunque buone.

Abbiamo diviso l’articolo in tre sezioni: nella prima troveremo le componenti necessarie per assemblare il computer, dando per scontato quindi la presenza di un pc che vogliamo aggiornare, nel secondo le alternative per l’hard disk e nel terzo le parti opzionali come schermo, case, mouse e tastiera.

COMPONENTI NECESSARIE 

Ci sono alcune componenti in cui sicuramente andremo a spendere un po’ di più: un videogiocatore, per esempio, tende a non badare a spese nella scelta della propria GPU o scheda grafica ma ci sono anche altre cosine di cui deve tenere conto come, per esempio, il dissipatore, o la RAM, che hanno sicuramente un ruolo più importante rispetto alla scheda madre o al disco rigido.

  • In questo caso, al contrario di quanto accadeva per il computer di fascia bassa, non ci interessa avere una CPU con scheda grafica integrata ma la volgiamo dedicata. Abbiamo deciso di dare due diverse opzioni, Intel e AMD, per due motivi: c’è chi predilige a priori un brand anziché l’altro e chi, invece, vuole mantenere se possibile la vecchia scheda madre e quindi deve selezionare una CPU che abbia il socket corretto. Logicamente, abbiamo cercato dei componenti che presentino lo stesso o un prezzo simile.
    Qui troviamo il benchmark, una lista di riferimento continuamente aggiornata che ci aiuta nella scelta della CPU calcolandone non solo le prestazioni ma anche il rapporto qualità/prezzo.
    Inoltre, come avevamo fatto notare qui, per quanto riguarda l’Intel il processore i5, molto più economico rispetto all’i7, va benissimo anche per i videogiocatori: l’i7 ed il nuovo i9 invece sono l’ideale per professionisti che fanno uso di grafica avanzata che richiede grosse quantità di calcoli matematici come, per esempio, la simulazione fisica (ovvero corti animati).
    5300422_1Intel Core i5 8600 K di 3.6 Ghz Coffee Lake oppure AMD Ryzen 7 1700 X di 3.4 Ghz entrambe si aggirano attorno ai 230,00 euro.
    ryzen-7-box.jpgQueste due CPU a grosse linee si equivalgono ed hanno simili prestazioni sebbene l’AMD offra 8 core contro i 6 della Intel (i core non sono tutto: ci sono altre tecnologie che utilizza Intel e che le permettono di performare allo stesso modo degli 8 core dell’AMD). Entrambe offrono la possibilità di overclocking (pratica che sconsigliamo ai meno esperti ma con essa si può aumentare la velocità di una componente del computer migliorandone le prestazioni). Sinceramente, secondo il nostro parere ed in questo specifico caso, possiamo scegliere una delle due CPU “a nostra simpatia” oppure se abbiamo una vecchia scheda madre che possiamo ancora riutilizzare ed è compatibile con uno dei due Asrock Fatal1ty AB350 Gaming K4 AMD B350 Socket AM4 ATXprocessori.
  • Ricordiamoci sempre che prima di scegliere la scheda madre corretta dobbiamo necessariamente vedere quale socket ha la nostra CPU.
    Nel caso dell’Intel qui selezionata abbiamo un LGA 1151 essendo, poi, questa appartenente alla serie 8000 (ovvero di ottava generazione) dobbiamo dare un’occhiata anche alla sua architettura: Coffee Lake ciò significa che la motherboard dovrà appartenere almeno alla serie 300.

  • 715uf2efnvl-_sx679_1.jpgSe abbiamo scelto Intel Core i5 8600 K la nostra possibile scheda madre potrebbe essere la Asrock Z370 Pro4 (attorno ai 108 euro) oppure la Gigabyte Z370P D3 (attorno ai 104 euro). Entrambe permettono l’overclocking della nostra CPU: questo ce lo dice la presenza della Z all’interno del loro nome. Ovviamente, se questa pratica non ci interessa possiamo puntare anche sulla serie H delle schede madri per risparmiare qualche soldino in più.
    Se abbiamo scelto AMD Ryzen 7 1700 X la nostra possibile scheda madre potrebbe essere una Asrock Fatal1ty AB350 Gaming K4 AMD B350 Socket AM4 ATX (attorno ai 100,00 euro), qui abbiamo scelto una scheda madre della Asrock poiché molte altre presentavano problemi di compatibilità con il socket per la memoria m.2 per cui, nel caso si voglia prendere una diversa motherboard, consigliamo caldamente di controllare questo specifico componente. Entrambe permettono l’overclocking ed hanno il socket corretto, ovvero l’AM4, per la CPU prescelta.
    Un consiglio ulteriore sarà quello di controllare quante porte USB ed USB 3.0 sono presenti nella scheda madre, dove sono posizionate, e quante effettivamente ci servono.
  • downloadPersonalmente come RAM abbiamo provato e stiamo ancora utilizzando la Kingston HyperX Fury DDR4 16GB (2x8GB)costo attorno ai 170 euro, difficilmente presenta problemi di compatibilità rispetto ad altre schede, per cui non possiamo che consigliarla per entrambe le build. Inoltre, in certi periodi dell’anno è possibile trovarla ad un prezzo super scontato che la fa scendere attorno agli 80-90 euro.
  • karta-graficzna-asus-geforce-gtx1060-dual-gtx1060-o6g-6gb-gddr5-8008-mhz-192-bitLa scheda video o GPU su questa fascia di prezzo che possiamo consigliare è la GeForce GTX1060 da 3GB (attorno a 260-265 euro) oppure quella che abbiamo personalmente provato da 6GB se la troviamo in sconto (si aggira normalmente attorno ai 320 euro). Possibilmente scegliamo un modello con due ventole o un bel sistema di raffreddamento soprattutto se siamo dei videogiocatori incalliti. Logicamente, non consigliamo schede grafiche più costose poiché con questo tipo di built non verrebbero comunque sfruttate al massimo: per cui è auspicabile puntare su una GPU che possa incontrare a pieno le esigenze del nostro computer ma senza strafare.
    Se invece volessimo una scheda grafica AMD della stessa fascia di prezzo della GTX1060 da 3GB perderemmo in performance ma, eventualmente, se vogliamo spendere di più per la GPU, la AMD RX 580 da 8 GB si è rivelata leggermente migliore della GTX1060 da 6GB per il medesimo costo che si aggira attorno ai 320 euro.
  • Altro componente che stiamo ancora utilizzando personalmente e che presenta un’ottima qualità prezzo è il dissipatore Cooler Master Hyper 212 EVO (che si aggira attorno ai 30-35 euro).
  • Conosciamo bene anche il power supply della Corsair VS 550 che non possiamo fare a meno di consigliare per l’ottima qualità/prezzo offerta (costo euro 45,00 circa).
  • Ed ora vediamo l’SSD: nel caso di un computer di fascia media NON ci sentiamo di raccomandare una ADATA SSD 128GB ATA III 6Gb/s attorno a 60,00 euro come, invece, abbiamo fatto per quello di fascia bassa poiché, sebbene possa rendere il nostro pc più reattivo, ha una minore resa rispetto alla pci-e oppure alla m.2. Questa SSD, comunque, è al momento la meno costosa sul mercato.
    Abbiamo provato la Samsung 960 EVO da 250GB m.2 che, al momento, ci sta soddisfando ed il cui costo si aggira attorno ai 105,00 euro; altrimenti, restando sempre sulla soglia dei 250GB (a cui ovviamente dovremo affiancare un HD esterno o interno) c’è la SSD della Western Digital PCI-e da 256GB a 87,00 euro circa che offre un’ottima qualità/prezzo: è necessario scegliere una delle due, non è possibile installarle entrambe.gtx1060

EVENTUALI COMPONENTI OPZIONALI CONSIGLIATI (il costo del computer potrebbe aggirarsi attorno ai 900-1000euro totali)

    • Licenza Windows 10 PRO 25,00 euro.
      E qui abbiamo la licenza di Windows 10 PRO utilizzabile su un solo computer e non trasferibile ad un buon costo. Eventualmente, abbiamo sempre l’opzione gratuita di usare il sistema operativo Linux; ci sono però pochi videogiochi adattati a quest’ultimo ed anche se possibile utilizzare Wine per la maggior parte di essi un gamer tenderà sempre a prediligere Windows come piattaforma di gioco poiché effettivamente più performante.
      Vi ricordiamo che se siamo già in possesso della licenza digitale di Windows 10 potremo continuare ad usare tale versione avviando il pc con il vecchio HD connesso: il sistema infatti rileverà il cambiamento di hardware durante il primo riavvio e vi si adatterà senza ulteriori azioni da parte nostra. Per ulteriori informazioni diamo un’occhiata qui dove descriviamo come re-installare Windows 10 da chiavetta USB.
    • Mouse e tastiera, soprattutto nel caso di un videogiocatore li consideriamo degli strumenti particolarmente personali: ci sono diversi tipi di presa, chi per esempio preferisce poggiare tutta la mano sul mouse, chi invece tende a tenere le dità sollevate e via discorrendo. Inoltre la sensibilità e la reattività di questa interfaccia, soprattutto durante il gaming, sono molto importanti.
      Se non siamo dei gamer basterà optare per il pacchetto mouse+tastiera Logitech Tastiera Desktop MK120, layout italiano QWERTY attorno ai 26,00 euro; altrimenti anche qui ci troviamo di fronte a tre diverse fasce di prezzo e ad una scelta infinita per cui lasceremo ad un articolo futuro la possibilità di parlarne in modo esteso. In ogni caso, per un computer di fascia media non ce la sentiamo di dei consigliare mouse tecnici né quelli tenici di fascia bassa poiché non abbastanza performanti per un videogiocatore esigente.
  • Scheda Wi-Fi: fondamentalmente consigliamo, soprattutto nel caso di computer desktop, l’uso del cavo ethernet per ottenere una connessione propriamente stabile (soprattutto per coloro che si ritrovano una linea ADSL lenta) anziché l’installazione della scheda Wi-Fi ma nel caso in cui non ci sia permesso utilizzare il primo ci sono varie soluzioni. Personalmente, anni fa, abbiamo provato ed acquistato una chiavetta USB ancora funzionante e con cui ci siamo trovati più che bene, ovvero la D-Link DWA-140 che costa 15,00 euro circa ma, attenzione, perché non risulta più supportata dalla casa madre poiché troppo datata! Ma ci sono nuovi modelli che partono da un minimo di 10,00 euro circa in su.
  • Infine per il case, abbiamo selezionato il Cooler Master MasterBox Lite 5 Case per PC che si aggira attorno ai 50.00 euro (volendo se ne possono trovare anche di maggiormente economici ma in questa fascia di prezzo dobbiamo tenere conto anche del circolo d’aria e del raffreddamento di cui il nostro computer ha bisogno).

Abbiamo dimenticato qualcosa? Probabilmente potrebbero essere utili se non ancora in nostro possesso un lettore CD/DVD oppure un lettore di memorie esterno; entrambi si aggirano attorno ai 20,00 euro l’uno.

Inoltre ricordiamoci anche questo sito in inglese https://pcpartpicker.com/ che ci permette di controllare il computer che abbiamo assemblato e di vedere se tutti i componenti risultano tra loro compatibili.

Chi fosse interessato ad ulteriori approfondimenti sulle build di computer lasci pure un commento qui sotto. Se vi è piaciuto questo post condividete sui social per aiutarci ad avere qualche feedback!

Share the love

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.